I-Week

V&A

Manifesto

Manifesto

Le informazioni per alcuni sono il nuovo petrolio: materia prima fondamentale per le decisioni dei policy e dei decision makers.

 

Il mondo dell’Intelligence tradizionale è stato stravolto dalla digitalizzazione dei dati, dell’informazione, della conoscenza e dalla tecnologia degli algoritmi predittivi e dell’Intelligenza Artificiale.

 

La rivoluzione digitale coesiste con la qualità delle informazioni mediate dagli umani e le decisioni, anche di vita e di morte, potranno nel futuro essere delegate all’automazione: supervisionata o meno.

 

La velocità di questo cambiamento epocale sembra lasciare indietro, non solo le riflessioni etiche ma anche le analisi sull’impatto sul futuro del lavoro, dell’occupazione e della competitività dei sistemi paese.

 

Interi settori economici: sanità, agricoltura, militare e difesa, sicurezza e mobilità, verranno stravolti dall’impatto delle tecnologie cognitive e di Intelligenza Artificiale (IA). La leadership economica e politica sarà dei Paesi che guideranno con successo questa transizione, accelerata dalle emergenze sanitarie, ambientali e di sicurezza globale.

 

La Geopolitica del clima e dell’Intelligenza Artificiale sarà l’agenda universale del mondo.

 

Il nostro Paese è pronto? Può giocare un ruolo scientifico, tecnologico, industriale? All’interno di quali relazioni internazionali: UE, NATO, USA, Israele, Cina, Russia? Siamo nelle condizioni di avere prodotti tecnologici al 100% Made in Italy?

 

I settori industriali e della Pubblica Amministrazione, il Governo ed il Parlamento dovrebbero percepirne l’urgenza e la potenziale distruttività nel medio lungo periodo del nostro sistema Paese così come emerso nella crisi COVID.

L’I-Week si propone di fare incontrare policy e decision makers, imprenditori, innovatori, giornalisti per un confronto sul presente ed una diagnosi sul futuro.

X